Pagine

mercoledì 26 giugno 2013

Le 10 bevande peggiori per la nostra salute

bibite salute
Come dissetarsi al meglio in estate? La tentazione di scegliere una bibita gassata ghiacciata per far fronte al caldo estivo può essere forte. Ma è davvero la scelta migliore?
Alcune delle bibite comunemente in vendita non sono in realtà così benefiche come certi spot pubblicitari vorrebbero lasciarci credere. Impariamo a riconoscerle e sostituiamole con acqua, succhi di frutta e frullati preparati in casa. Ecco cosa dovremmo evitare di bere (l’ordine in cui sono stati inseriti è indicativo).

1) Succhi di frutta confezionati

I succhi di frutta confezionati il più delle volte non sono altro che un insieme di semplice acqua con aggiunta di coloranti e zuccheri artificiali. La presenza di succo di frutta o di polpa di frutta è spesso minima. E’ bene controllare con attenzione le etichette per accertarne la reale quantità. I succhi e i nettari di frutta biologici possono rappresentare una possibile alternativa, anche se la scelta migliore consiste nella loro preparazione casalinga, che può prevedere l’impiego di uno spremiagrumi o di una centrifuga.

2) Frullati ipercalorici

Attenzione alle calorie per quanto riguarda i frullati e i frappè a base di frutta oppure  al gusto di caffè o di cacao, che prevedano anche l’aggiunta di gelato e/o di panna montata. Rischiano di trasformarsi in vere e proprie bombe caloriche, oltre che di risultare molto ricchi di zuccheri raffinati, dei quali non possiamo determinare la quantità nel momento in cui il frullato ci venga servito al bar. Meglio optare per un frullato di frutta casalingo.

3) Acqua aromatizzata

Periodicamente, e soprattutto con l’arrivo della bella stagione, raggiungono gli scaffali dei nostri supermercati bottiglie di acqua aromatizzata al sapore di fiori o di frutta. Si tratta di prodotti pubblicizzati per via di un presunto maggior contenuto di vitamine o di sali minerali. Solitamente le aggiunte sono minime, mentre possono essere presenti coloranti e conservanti. Per arricchire un semplice bicchiere d’acqua è sufficiente aggiungere una fettina o un po’di succo di limone, oppure qualche fogliolina di menta o di stevia da lasciare in infusione.

4) Energy Drink

Quando pensiamo agli Energy Drink, ci riferiamo solitamente a bevande a base di caffeina. Il problema è che la maggior parte degli Energy Drink contiene un quantitativo realmente eccessivo di tale sostanza, accompagnata da zuccheri raffinati. Queste bevande sono in grado di fornirci energia nell’immediato, ma altrettanto rapido sarà il calo delle forze. In alternativa, è bene scegliere del tè verde preparato in casa o una manciata di frutta secca, come noci e nocciole.

5) Te’ freddo confezionato

Sia il tè freddo confezionato che il preparato per tè freddo in polvere possono contenere conservanti e coloranti, oltre ad una eccessiva presenza di zucchero raffinato. Le bevande zuccherate sono dissetanti soltanto in apparenza, poiché i liquidi introdotti da esse serviranno all’organismo proprio per assimilare gli zuccheri. Meglio, in alternativa, del tè freddo preparato in casa tramite il classico infuso e dolcificato eventualmente in modo naturale o delle tisane di erbe da bere fredde.

6) Bibite gassate

Probabilmente è impossibile individuare delle proprietà benefiche riguardanti le bibite gassate. Il loro consumo è stato correlato alla diffusione delle epidemie dei tempi moderni, con particolare riferimento a obesità e diabete, per non parlare del comune problema della carie, che colpisce innanzitutto i bambini. Le bibite gassate classiche sono in generale eccessivamente ricche di zuccheri raffinati e dissetano solo in modo momentaneo. E’ possibile farne a meno.

7) Limonata confezionata

Tra le bevande estive più dissetanti troviamo la limonata che, come i più classici succhi di frutta, viene venduta confezionata tra gli scaffali dei supermercati. La limonata confezionata può contenere dolcificanti aggiunti, coloranti e conservanti. Molto meglio dunque prepararla in casa a partire da succo di limone fresco, che permetterà inoltre di arricchire la bevanda di vitamina C.

8) Liquori

Il consumo eccessivo di liquori e di alcolici è stato correlato ad un incremento del rischio di obesità ed all’aggravarsi di problemi di salute, che possono riguardare, ad esempio, la digestione e il fegato. L’American Cancer Society ha inoltre reso noto che coloro che consumano 3 o più bicchieri di liquore al giorno aumentano del 36% il proprio rischio di ammalarsi di tumore.

9) Bibite diet

Le bibite gassate diet sono migliori delle bibite gassate classiche? Solitamente, purtroppo, non è così. Le bibite gassate in versione dietetica vedono il più delle volte una semplice sostituzione dello zucchero raffinato con dolcificanti artificiali, anch’essi non propriamente benefici per la salute, accompagnati dagli onnipresenti coloranti e conservanti.

10) Sport Drink

Le bevande artificiali destinate in modo specifico agli sportivi non rappresentano solitamente un concentrato di sostanze benefiche per la salute. Al contrario, contengono per lo più coloranti, conservanti ed un mix di zuccheri naturali e artificiali. Per fare il pieno di sali minerali senza ricorrere a queste bevande è possibile scegliere della semplice acqua o dei succhi di frutta freschi.
Marta Albè
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...