Pagine

domenica 14 luglio 2013

Siria: Israele attacca un deposito di missili. Mosca mobilita 160.000 soldati!

Israele attacca e distrugge missili di fabbricazione russa in Siria 

(AGI) - Londra, 14 lug. - - L'attacco all'arsenale della citta' siriana di Latakia il 5 luglio scorso e' stato condotto da Israele non con i caccia, ma con un sottomarino. Lo rivela il Sunday Times, secondo cui il missile da crociera lanciato per distruggere i 50 missili Yakhont P-800 di produzione russa e' partito da un sottomarino 'dolphin class'. Secondo il quotidiano, l'attacco e' stato realizzato in stretto coordinamento con Washington. Se fosse confermato, si tratterebbe del primo intervento navale israeliano in Siria dall'inizio della guerra civile. 


La Russia fara' una esercitazione militare su larga scala

Mosca ha deciso di mobilitare 160.000 truppe militari dopo l'attacco di Israele su territorio siriano lo scorso 5 luglio. Non c'e' stata nessuna violazione degli obblighi internazionali della Russia durante l'improvvisa ispezione ed esercitazione per verificare la prontezza delle truppe al combattimento, ha riferito il ministero della Difesa russo. Conformemente con la richiesta del presidente della Federazione Russa Vladimir Putin, sabato sera le truppe dei distretti militari avevano ricevuto l'ordine per iniziare l'addestramento al combattimento. Il numero di militari coinvolti nella verifica era di 160.000.http://italian.ruvr.ru/2013_07_13/La-Russia-non-viola-gli-impegni-internazionali-con-le-esercitazioni-militari/ 

Putin ordina una vasta esercitazione a sorpresa 

Il presidente russo Vladimir Putin ha ordinato una vastissima esercitazione a sorpresa che coinvolge 160000 uomini 1000 carri armati e veicoli corazzati oltre 70 imbarcazioni e quasi 150 aeromobili. L’ordine di svolgere l’esercitazione è stato dato ieri sera aumentando il numero degli effettivi coinvolti da 80000 a 160000. L’esercitazione non programmata di sta svolgendo nell’est del territorio russo e per numero di uomini coinvolti complessità e metodiche di allertamento è senza precedenti. È la terza volta in sette mesi che le forze armate russe vengono chiamate dai vertici del Cremlino ad esecrazioni a sorpresa, in un crescendo di dimostrazioni delle capacità di combattimento delle forze armate della Federazione Russa. Nelle prossime settimane sono previsti anche alcuni lanci di missili balistici intercontinentali sia da piattaforme mobili che da sottomarini. 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...